La finitura artistica dei pavimenti in resina

Un tipo di finitura di resina che sta prendendo piede in questo momento è quella artistica. Grazie a questo impiego, oggi molto in voga, la resina è entrata a far parte dell’Olimpo dei materiali usati per la pavimentazione civile e domestica. Vediamo quindi come si realizza questa tecnica, e in quali ambienti è particolarmente indicata. Per ulteriori informazioni è bene consultare la pagina ufficiale di questo prodotto che trovate a questo link sui pavimenti in resina.

La resina è un materiale viscoso, che può essere arricchito con inserti di vario tipo. Tra questi i più usati e belli sono il quarzo, il vetro, ma anche il marmo – e persino delle pietruzze di varie dimensioni, che vengono inglobate ad hoc all’interno della superficie vetrosa. Grazie a questa sua proprietà la resina può assumere forme e colori diversi, regalandoci degli

L’H3 hotel e il turismo sostenibile su Prefabbricatisulweb.it

Ultimamente si parla molto di usare dei prefabbricati anche nel settore turistico, soprattutto per la realizzazione di hotel, alberghi, case vacanze e simili. Usando questa tecnica possiamo dar via a un turismo sostenibile, che costa poco in termini di produzione, si realizza in fretta, e soprattutto ha un minimo impatto sul nostro pianeta.

Una delle principali caratteristiche di una casa prefabbricata è la modularità, ossia quella caratteristica che ci permette di assemblare moduli predefiniti per costruire edifici di grandi dimensioni. Questo lo sa bene la Lookotels, un’azienda che costruisce case e alberghi prefabbricati, che ha pensato bene di creare stanze complete di tutto – come le capsule hotel giapponesi. Lo spazio abitabile è comunque confortevole: le dimensioni di ogni stanza variano dai 9,7 fino ai 12,1 metri quadri. In questo spazio possiamo disporre ogni tipo di arredamento, pezzi di mobilio,

Perché è pericolo eseguire un piercing all’ombelico con la pistola?

Alcuni piercer, soprattutto quelli con poca esperienza o che lavorano principalmente da casa, sono soliti eseguire ancora i piercing all’ombelico con la pistola. Questa tecnica tuttavia è molto pericolosa, soprattutto se usata su questa parte del corpo. Ma perché è così dannoso? Scopriamolo insieme in questo breve articolo.

Eseguire piercing con la pistola è molto rischioso, e al momento di praticare il foro viene specificato in maniera esplicita che con questo prodotto è possibile contrarre anche delle infezioni serie, come l’epatite C. Il contagio può avvenire per via di alcune gocce di sangue del cliente precedente rimaste sulla pistola.

La pistola non può essere messa in autoclave per permettere una corretta disinfezione del prodotto. In questo modo l’attrezzo non sarà mai pulito al cento per cento. Ciò si traduce in un alto potenziale di rischio per chi si lascia forare

Come si pulisce un pavimento in cotto?

Il cotto viene sfruttato molto per la realizzazione di pavimenti. Questo perché è un materiale durevole e resistente, con caratteristiche estetiche molto apprezzate. Infatti è in grado di scaldare l’ambiente, e donare un tocco rustico alla casa. Si usa sia per gli esterni che per gli interni, e se ben tenuto rimane lucente e al meglio anche per anni. Se vogliamo quindi che queste sue peculiarità rimangano intatte nel tempo è obbligatorio eseguire una pulizia appropriata, che non mini alle proprietà del pavimento. Ma quindi come farla? Scopriamolo insieme nelle righe di seguito. Se necessitiamo di ulteriori consigli su come trattare i nostri pavimenti possiamo trovarli a questo link.

Per una pulizia ordinaria del pavimento in cotto si consiglia l’uso di un panno morbido, abbastanza asciutto. Possiamo usare uno dei tanti detergenti specifici che si trovano in commercio, oppure

Essenze di legno giallo

L’essenza di un legno è ciò che ne definisce l’aspetto, ossia la colorazione. Per quanto riguarda i parquet possiamo decidere di usare un determinato tipo di legno proprio in base alla sua essenza e alle sue caratteristiche tecniche. In questo articolo vedremo quali sono le essenze di legno giallo, tipiche dei legni come il bamboo, la quercia e l’olivo. Ulteriori informazioni sui parquet e le loro peculiarità si possono trovare su questo sito internet dedicato al prodotto.

  Il bamboo in realtà non è realmente un legno, ma un arbusto. Fa parte della categoria dei sempre verde, e cresce principalmente in Oriente (Cina e Giappone). Di solito associamo questo arbusto ai panda, che se ne cibano. Tuttavia il bamboo è molto impiegato nell’edilizia (anche per l’arredamento) e per la realizzazione di parquet. Il bamboo è molto duro, ignifugo, e sopporta

Scrub delle migliori marche, info e prezzi

Come possiamo leggere su questo sito internet specifico ci sono moltissime aziende di cosmetici che si occupano di produrre anche scrub. Questo prodotto dovrebbe far parte di ogni rituale di bellezza, in quanto ci aiuta a eliminare le cellule morte e a rinnovare la pelle. I risultati sono molti e tutti positivi: avremo una pelle (del viso o del corpo) luminosa, pulita a fondo, e senza imperfezioni. Se ne vogliamo uno di qualità possiamo affidarci a un prodotto delle migliori marche e prodotti in circolazione. Vediamo quali sono nel dettaglio.

  Il Biopoint Body Care è un esfoliante dalla formula semplice. Si compone di zucchero, olio di mandorle dolci e altri agenti emollienti ed esfolianti – tipo la sabbia bianca. Ci sono infine oli e burri vegetali. È uno scrub piacevole, dal profumo accattivante con toni agrumati. Si usa

Accessori per piastre liscianti, come sceglierli?

La piastra lisciante, e relativi accessori, è uno dei prodotti più usati per la messa in piega. Quella liscia è la piega più effettuata, ma in realtà se disponiamo degli accessori giusti possiamo osare e variare molto la messa in piega. Per esempio ci sono alcuni ricambi per la parte superiore della piastra che ci permettono di ottenere capelli sempre al top, e diversi. Possiamo quindi creare delle onde naturali, dei ricci ben definiti, il frisé (molto in voga soprattutto negli anni ’80, oggi sta tornando di moda), e così via. Vediamo quindi come devono essere suddetti accessori, a cosa servono e come riconoscere prodotti di qualità. Se abbiamo ulteriori dubbi possiamo chiarirli su questo sito internet dedicato all’argomento.

Gli accessori disponibili per tale prodotto sono davvero tanti: le aziende specializzate si sono ingegnate negli anni per produrre articoli

Pannello solare termico o fotovoltaico?

Contrariamente a quanto si possa credere ci sono moltissime differenze tra un pannello solare termico e uno fotovoltaico. Spesso tendiamo a confondere questi due termini, quando in realtà stanno a indicare due sistemi completamente diversi tra loro. La prima differenza sostanziale sta proprio nella destinazione d’uso: un pannello solare termico serve sostanzialmente a scaldare l’acqua, mentre uno fotovoltaico è perfetto per creare energia. Ulteriori punti divergenti si possono leggere nelle righe seguenti, o nell’articolo che ne parla più approfonditamente.

Un pannello fotovoltaico è realizzato in silicio, e serve per produrre energia elettrica. Di media questi pannelli hanno una capacità di assorbire energia solare che va al 7 al 17 % – in base al modello scelto. Hanno un costo abbastanza elevato (che si aggira intorno ai 6.000 euro, fino a sfiorare i 13.000), ma possono durare per

Stufe a legna

Subito dopo il caminetto le stufe a legna rappresentano il metodo di riscaldamento più conosciuto e diffuso. Le più note sono realizzate in ghisa, ma se vogliamo una resa più ottimale possiamo sceglierne un modello in materiale refrattario. Questo penalizza leggermente la struttura, ma conferisce alla stufa una potenza e una capacità di conduzione senza eguali. Le stufe a legna rendono molto bene, sono in grado di scaldare in fretta anche gli ambienti più freddi e grandi. Hanno un’autonomia di 24 ore, e ciò significa che per tutto quel tempo non sarà necessario riaccendere la stufa e caricarla di nuovo, ma avremo comunque un tepore costante per un giorno intero. Inoltre il combustibile usato, la legna appunto, è un’alternativa ecologica ed ecosostenibile a tutti gli altri. Pensiamo inoltre che ha un costo davvero minimo, e spesso anzi possiamo

Ammoniaca come antitarlo: funziona davvero?

Se siamo assaliti dai tarli abbiamo bisogno di una soluzione rapida ed efficace per estirparli. In commercio ci sono moltissime valide alternative definite industriali, ma è bene dire che è possibile cacciarli anche con dei rimedi “fai da te”. Uno di questi prevede l’uso dell’ammoniaca, un prodotto molto forte che potrebbe funzionare bene nei trattamenti anossici (dove cioè è prevista una privazione dell’ossigeno nell’ambiente, per renderlo poco favorevole allo sviluppo di queste creature).

Sebbene questo prodotto si può reperire facilmente, anche a poco prezzo, molti tendono a impiegarlo contro i tarli senza però avere le giuste informazioni. Prima di tutto dobbiamo sapere che l’ammoniaca – ovvero un gas incolore tossico – è molto forte, ed è conosciuta soprattutto per il suo potere corrosivo. Per tale ragione dobbiamo ragionare bene prima di usarla su mobili di